Mese: Gennaio 2012

La Timbila


Il Chopi ovvero la gente del litorale in Provincia di Inhambane sono conosciuti per un unico tipo di xilofono chiamato mbila (pl: timbila) e il tipo di musica suonata con essa, che “si crede essere il metodo pi? sofisticato di composizione ancora trovato tra i popoli primitivi “.

Ensemble composto di una decina di xilofoni di quattro dimensioni e accompagnare cerimoniali danze con composizioni lunghe chiamate ngomi che consistono in un’ouverture e dieci movimenti di diversi ritmi e stili. Il leader ensemble serve come poeta, compositore, direttore d’orchestra, e performer, creando e improvvisando il testo,in una melodia in parte sulla base delle caratteristiche del linguaggio suono Chopi. I musicisti dell’ensemble parzialmente improvvisano le loro parti secondo lo stile e le indicazioni del leader.


Marrabenta Mozambicana


E’ la pi? nota forma di musica dal Mozambico.
Giocato sui materiali improvvisati , il marrabenta deriva dal portoghese rebentar (arrabentar in vernacolo locale), nel senso di rottura.? Strumenti tipici sono le lattine e pezzi di legno. I testi di solito in lingua locale e includeva brani di critica sociale cos? come di tematiche sentimentali.

I Makonde


I Makonde (o Maconde) o Wamakonde ? un’etnia diffusa nel Mozambico settentrionale e nella Tanzania sudorientale.

Conosciuti come grandi guerrieri, furono fondamentali nella lotta di liberazione del Mozambico (l’indipendenza arriv? nel1974) nei confronti del Portogallo perch? oltre che feroci e agguerriti combattenti conoscevano meglio dell’esercito portoghese le foreste del nord del Mozambico dove si erano stabiliti da generazioni e questo li avvantaggi? nella lotta di liberazione.

Tra i Makonde, gli uomini hanno l’abitudine di limare i denti appuntendoli e facendoli diventare simili a quelli degli squali, ci? che contribuisce a incrementare il loro aspetto aggressivo e ad alimentare la leggenda dei Makonde come guerrieri feroci. Hanno anche l’abitudine di tatuare il proprio corpo. Le colorate e a volte bizzarre maschere che rappresentano molte volte animali o persone malate vengono usate nelle loro cerimonie religiose e sono solo un esempio della ricca e antica cultura dei Makonde.