Tag: pittura etnica

L’universo in una goccia – Mostra a Quinzano d’Oglio

Antonio Malendze in Mostra dal 17 al 21 ottobre

Teatro Comunale – Quinzano d’Oglio (BS)

Il tema sull’ importanza dell’ acqua? gi? inaugurato? al palazzo della Racchetta in quel di Ferrara ritrova espressione grazie ad una nuova esposizione? dei dipinti? di Antonio Malendze?? all’interno del teatro comunale di Quinzano d’Oglio (BS)? dal 17 al 21 ottobre.

L’autore ? Antonio Alberto Malendze nato ?a Maputo il 21 gennaio 1980, subito appassionato alla pittura diventa allievo prima di Musis e poi di Sibemi due artisti che usano la tecnica a olio, nel 2009 ? notato e comincia una collaborazione internazionale con l’Italia, nell’ottobre 2011 la sua prima rassegna in una mostra a Brescia, e poi con un importante mostra a Villafranca di Verona ed in fine con una mostra Ferrarese , nella quale saranno esposte alcune delle sue opere maggiori.

Curano la ?mostra? Riccardo Del Barba (rappresentante di Scaip) ed il critico d’arte? Milena Zanotti, accompagnati? dallo “Staff Mal?”? per l’allestimento , il trasporto quadri ed il supporto? multimediale.

Ecco alcune recensioni di Milena Zanotti sull’artista Mal?:

“… ? una pittura che richiede una lettura da parte del riguardante, non si accontenta di uno sguardo superficiale, perch? i dipinti di Mal? sono avvolti anche nel magico flusso di anima e spirito, cos? importanti nel culto animista del Mozambico, per il quale vi sono propriet? spirituali nelle realt? materiali.”

 

“… le sue pennellate disegnano contenuti cos? densi e vivi che valgono la pena di essere vissuti attraverso i nostri occhi e il nostro cuore.”

 

La mostra si svolge nel treatro comunale di via rubino a quinzano d’oglio grazie al Patrocinio dell’assessorato alla cultura del comune di Quinzano d’Oglio.? Supporter dell’ iniziativa gli amici Alpini di Quinzano d’Oglio.

 

La mostra ? inoltre? in collaborazione con? Scaip (Servizio, Collaborazione, Assistenza, Internazionale, Piamartina) una ONG ONLUS Bresciana nata sulle orme del Beato Giovanni Piamarta che opera con progetti di sviluppo nei Paesi del sud del mondo, tra le nazioni operanti c’? il Mozambico paese poverissimo che risulta tra i cinque paesi con il minor sviluppo umano al mondo.

 

La mostra sar? inaugurata mercoled? 17 Ottobre alle ore 18,30 al? teatro comunale? in via Rubino Quinzano d’Oglio(BS):


Visualizzazione ingrandita della mappa

“Suono all’ imbrunire” – Creazione Opera

Antonio Malendze all’opera!!!
In questo video sono mostrate le pi? importanti fasi di creazione dell’opera “Suono all’ imbrunire”:

La prima fase ? quella di impostazione della struttura su tela , le figure protagoniste sono impresse con gesso partendo da una base di sfondo scuro.

La seconda fase ? quella di stesura del colore , in questa fase (fatta anche di pi? mani) il dipinto prende forma i colori e le sfumature vengono applicate definendo la scena artistica desiderata da Mal?.

Sono i contrasti cromatici , le tonalit? fredde e calde , le forme contemporanee dei protagonisti a delineare le sensazioni ed il messaggio impresso sulla tela.

In “Suono all’ imbrunire” il tema di base ? la musica infatti viene immortalato un gruppo musicale intento a suonare alle ultime ore del sole.

 


Se non visualizzi questo video guardalo sul canale Youtube di Antonio Malendze

 

L’universo in una goccia – Mal? in Mostra

Antonio Malendze in Mostra dal 6 all’ 14 ottobre

Palazzo della Racchetta – Ferrara

Una selezione dei dipinti? di Antonio Malendze verr? esposta durante la mostra dedicata all’ artista Mozambicano all’interno del palazzo della Racchetta a Ferrara dal 6 all’ 14 ottobre.

Guidato dalle sonorit? della musica tradizionale Mozambicana il visitatore sar? avvolto dalla magia Africana trasmessa dai quadri di Mal?, la mostra sar? focalizzata sul tema dell’acqua? come fonte di vita e motivo di celebrazione.

L’autore ? Antonio Alberto Malendze nato ?a Maputo il 21 gennaio 1980, subito appassionato alla pittura diventa allievo prima di Musis e poi di Sibemi due artisti che usano la tecnica a olio, nel 2009 ? notato e comincia una collaborazione internazionale con l’Italia, nell’ottobre 2011 la sua prima rassegna in una mostra a Brescia, e poi con un importante mostra a Villafranca di Verona. La mostra Ferrarese ? la sua terza mostra, nella quale saranno esposte alcune delle sue opere maggiori.

Curano la ?mostra? Riccardo Del Barba (rappresentante di Scaip) ed il critico d’arte? Milena Zanotti, accompagnati? dallo “Staff Mal?”? per l’allestimento , il trasporto quadri ed il supporto? multimediale.

 

Ecco alcune recensioni di Milena Zanotti sull’artista Mal?:

“… ? una pittura che richiede una lettura da parte del riguardante, non si accontenta di uno sguardo superficiale, perch? i dipinti di Mal? sono avvolti anche nel magico flusso di anima e spirito, cos? importanti nel culto animista del Mozambico, per il quale vi sono propriet? spirituali nelle realt? materiali.”

 

“… le sue pennellate disegnano contenuti cos? densi e vivi che valgono la pena di essere vissuti attraverso i nostri occhi e il nostro cuore.”

 

La mostra si svolge nel contesto del Festival dei diritti? grazie al Patrocinio ed al contributo della Regione Emilia Romagna, della Provincia e del Comune di Ferrara e grazie all’impegno del comitato promotore composto da: Arci Ferrara, CGIL, Nexus, Teatro Nucleo, Cittadini del Mondo, Oltreconfine, Ibo Italia, UDI, Ass. Luogo Comune.

La mostra ? inoltre? in collaborazione con? Scaip (Servizio, Collaborazione, Assistenza, Internazionale, Piamartina) una ONG ONLUS Bresciana nata sulle orme del Beato Giovanni Piamarta che opera con progetti di sviluppo nei Paesi del sud del mondo, tra le nazioni operanti c’? il Mozambico paese poverissimo che risulta tra i cinque paesi con il minor sviluppo umano al mondo.

 

La mostra sar? inaugurata venerd? 5 Ottobre alle ore 18,30 al Palazzo della Racchetta Via Vaspergolo, 6/A (FE),


Visualizzazione ingrandita della mappa
e rester? aperta al pubblico dal 6 all 14 ottobre 2012 con i seguenti oraridalle 10:00 alle 12.30 e dalle 16:00 alle 19.30 con? ingresso libero.